8.9.11

[minireview postuma] Sucker Punch (2011)



Sucker Punch...addirittura noioso non me lo sarei aspettato. Il gioco di piani di realtà dell'inconscio, aspetto potenzialmente più interessante di tutto il film (lontano parente dei sogni di inception), viene utilizzato come mero pretesto per mettere assieme un'incoerente accozzaglia di qualunque cosa possa essere considerata "figa" in base a meccanismi già provati. Fortemente debitore a Devil May Cry, Matrix e un sacco di altra roba sparsa, dallo steampunk al Signore degli Anelli...computer grafica ed effetti vari belli ma abusatissimi...spesso sembra un videogame...forse se lo fosse stato sarebbe stato molto più divertente: lo schema ripetitivo e le scarsissime connessioni metaforiche tra un piano di realtà ed un altro sarebbero passate molto in secondo piano in un action game. Il film è chiaramente indirizzato a chi si esalta vedendo un po' di azione immotivata e spettacolare farcita di qualunque oggetto, atmosfera o situazione siano di moda presso un pubblico educato a visioni Tarantiniane, a cui questa pellicola non può lontanamente essere paragonata.


3 commenti:

  1. Lo sapevo! Io ci avrei aggiunto anche puttane in gonnella ogni tanto...si possono dire le parolacce sul tuo blog?

    RispondiElimina
  2. se motivate sì :D

    RispondiElimina
  3. Più motivate di così...

    RispondiElimina

Avrò piacere in un commento, ancor più se firmato, Grazie.